Cistite Cronica: cosa la provoca?

Cistite Cronica: cosa la provoca?

cistite-cronica-post

 

Si parla di cistite cronica o ricorrente quando si manifestano episodi a breve distanza di tempo (ogni tre mesi o meno).

La cistite cronica è una condizione nella quale è presente uno stato infiammatorio causato da un’infezione batterica.

Rispetto alla singola forma acuta, in questo caso, i sintomi (bruciore, dolore e difficoltà nell’urinare, sensazione di pressione sull’addome, sangue nelle urine, febbre, nausea e vomito) e il dolore sono meno intensi, a volte solo fastidiosi, ma la loro durata temporale è più lunga, con conseguente peggioramento della qualità di vita.

Cause della cistite cronica

Come la forma acuta anche la cistite cronica può dipendere da:

  • rapporti sessuali traumatici;
  • cattiva o eccessiva igiene;
  • uso di prodotti per l’igiene intima aggressivi;
  • uso di spermicidi, le alterazioni ormonali della menopausa;
  • diabete;
  • calcoli renali.

Cura e prevenzione della cistite cronica

La finalità del trattamento per la cistite cronica è la prevenzione delle reinfezioni, sia ad esempio con la somministrazione di sostanze protettrici della mucosa vescicale.

A volte il medico potrebbe prescrivere antibiotici per un periodo variabile tra i 6 mesi e i 2 anni, al fine di ridurre il rischio che le infezioni continuino a ripresentarsi.

Una volta finito il trattamento antibiotico non resta altro che adottare i comportamenti più corretti per prevenirne la ricomparsa, come, ad esempio, assumere integratori a base di mirtillo rosso, efficace alleato per il benessere delle vie urinarie.